Aprire un b&b in Sicilia


Alcune utili informazioni su come poter aprire un Bed&Breakfast in Sicilia

Che cos’è un Bed & Breakfast?

Bed & Breakfast significa letteralmente “letto e colazione” , una tipologia ricettiva nata in Italia nell’anno 2000. Si tratta i un servizio, originariamente tipicamente anglosassone, in cui una famiglia fornisce ospitalità in una o più stanze, con o senza bagno in camera, all’interno della propria residenza abituale, offrendo al mattino una prima colazione.
In Sicilia, la tipologia ricettiva B&B (extra alberghiero) è nata dal desiderio di recuperare il concetto di ospitalità saltuaria in famiglia, a contatto con la vita degli abitanti del luogo.

Quali sono i requisiti strutturali di un B&B?

Non è necessario disporre di una casa pensata ad hoc per ospitare degli ospiti paganti.
La famiglia potrà realizzare un B&B nella propria casa di residenza o di domicilio, di proprietà o in affitto. Il gestore dovrà risiedere nell'immobile destinato al b&b.
I servizi igienici, potranno essere riservati alla camera o in comune con la famiglia.
I locali destinati all’alloggio non comportano un cambio di destinazione d’uso dell’abitazione. L’abitazione dovrà possedere i requisiti igienico-sanitari e di sicurezza previsti dalle leggi e dai regolamenti comunali per i locali di civile abitazione.

Quali sono i servizi che un B&B deve garantire?

La normativa indica come obbligatori i seguenti servizi:
la camera e la colazione;
la pulizia quotidiana dei locali;
la fornitura e il cambio periodico della biancheria, compresa quella da bagno;
la fornitura di energia elettrica, di acqua calda e di riscaldamento dei locali.

Un B&B quante stanze da letto può avere?

E’ consentito l’utilizzo fino ad un massimo di cinque camere. Vi potranno quindi essere B&B con una, due, tre, quattro o cinque camere per gli ospiti, secondo le condizioni strutturali e la capacità di gestione della famiglia.

Per quanti giorni all’anno si può svolgere l’attività di B&B?

L’apertura della struttura potrà essere svolta fino a 270 giorni all’anno (anche non consecutivi) per le attività saltuarie (senza P. IVA).

Per colazione si posso servire cibi manipolati o solo confezionati?

La normativa consente di offrire cibi e bevande nel servizio di prima colazione (latte, caffè, biscotti, pane, frutta ma non alimenti cucinati in casa dal gestore). 

E' possibile inoltre servire una colazione a base di bevande calde (caffè, thè, latte ecc.) e di prodotti confezionati provenienti da esercizi alimentari o da produttori autorizzati dal punto di vista igienico-sanitario.

 

 

Ci sono altri obblighi per il gestore di B&B?

Chi esercita l’attività di Bed & Breakfast è tenuto a comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza l’arrivo di ogni ospite entro le 24 ore dal momento del check-in. Tale comunicazione deve essere effettuata esclusivamente on line (informazioni presso la questura del comune di appartenenza per l’attivazione del software gestionale Web Alloggiati).

Un ulteriore adempimento riguarda la rilevazione statistica delle presenze tramite invio telematico dei moduli C59 ISTAT al Sistema Turistico provinciale.

Pagamento Canone RAI Speciale per i possessori di TV in camera o nei luoghi comuni del B&B.

Pagamento dei Diritti SIAE se possessori di TV, radio o altri apparecchi che permettono l’ascolto di musica.

Per gestire un B&B devo aprire P.IVA?

Dal punto di vista fiscale l’attività di B&B, realizzata in modo saltuario e con la sola organizzazione familiare, non costituisce attività d’impresa; tuttavia è opportuno rilasciare all’ospite una ricevuta (non fiscale), redatta in duplice copia, che sarà numerata progressivamente (01, 02, ecc…) con l’indicazione della data del pagamento. A differenza della non partita iva, con la partita iva è possibile evitare la chiusura di 90 giorni.

Chi stabilisce i prezzi delle camere?

I prezzi massimi sono stabiliti liberamente dal gestore. 

Chi vigila sul rispetto della normativa vigente per l’attività di B&B?

Il Comune territorialmente competente attraverso il Corpo VVUU nonché tutte le forze di Polizia.

A chi si deve comunicare l’apertura del B&B?

L’inizio di attività dovrà essere comunicata (SUAP) al comune territorialmente competente. Lo svolgimento dell’attività di Bed & Breakfast è subordinato alla presa d’atto da parte del Comune.
A sua volta il Comune competente trasmetterà copia della segnalazione certificata di inizio attività, alla Città Metropolitana di competenza provinciale che, attraverso il proprio ufficio turismo, provvederà alla classificazione  dopo un sopralluogo presso l'immobile. 

Ulteriori informazioni su come aprire un b&b in Sicilia?

Vuoi avere maggiori informazioni?

Vuoi conoscere la normativa aggiornata sui b&b in Sicilia?




Resta sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter


Ho letto ed accetto l'informativa sulla privacy.


Area soci

Sei già nostro socio?

Accedi all'area riservata
Sito web realizzato da Persefone.it
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
Restiamo in contatto anche sui social network.

SEGUICI SU FACEBOOK
Vai alla nostra pagina facebook: